La simbologia degli Archetipi olfattivi

La parola archetipo deriva dal greco  “arché” (“originale”), “típos” (“modello”, “marchio”, “esemplare”) col significato di modello originale, primo esemplare, è l’idea originale che genera sé stessa.

La simbologia degli Archetipi è radicata nell’inconscio individuale e collettivo, formando strutture psichiche innate o ereditate. Sono le basi primordiali dell’uomo, poiché contengono l’idea d’origine che l’uomo vive e manifesta, attraverso il suo pensare, sentire ed agire.

Il termine viene usato in psicologia analitica (Jung), per indicare le idee innate e predeterminate dell’inconscio umano, mentre in mitologia si riferisce alle forme primitive delle espressioni mitico-religiose dell’essere umano;

La mitologia è una trasposizione in chiave drammatica degli Archetipi, che rappresentano ciascuno una funzione della psiche. Poiché gli Archetipi sono nascosti nell’inconscio, l’uomo ne ha fatto esperienza rappresentandoli in figure mitiche, mostrando pregi e difetti, luci ed ombre.

Nelle diverse culture la mitologia ha portato un proprio Pantheon di divinità, attribuendo a ciascuna qualità e attributi specifici. Ad esempio nella mitologia greca, le qualità del coraggio, della forza  e dell’aggressività sono rappresentate da Ares , conosciuto come Marte nella mitologia romana .

Jung sosteneva che le divinità  continuano a vivere nell’uomo come forze psichiche reali, influenzando il suo cammino ed agendo  sulle scelte individuali. Poiché gli Archetipi vivono in noi, è importante acquisire consapevolezza delle loro dinamiche, espressioni,azioni. Come affermava Jung, “ciò che non conosciamo ci possiede“, e nel momento in cui un Archetipo non è riconosciuto, non è libero di trionfare ed esprimersi,inizia ad esercitare il suo dominio dalle profondità dell’inconscio.  

Jung considerava l’inconscio collettivo come  la “dimora” degli archetipi, ovvero una dimensione psichico/spirituale nella quale risiedono  modelli originali  che danno vita a diverse manifestazioni, le quali prendono forma attraverso l’inconscio e il conscio personale.Gli archetipi sono presenti nei miti, nelle favole e nei sogni, espressioni dell’inconscio collettivo, universalmente presenti e riconosciuti.

Archetipi olfattivi

Prendendo come base la mitologia, gli archetipi entrano anche nel mondo olfattivo. Ogni olio essenziale si riferisce ad un archetipo, ne rappresenta l’ espressione, la manifestazione,  la funzione. Porta codici olfattivi specifici che risuonano con un preciso archetipo e diventa il ponte verso quella specifica espressione.

Gli Archetipi sono forme psico-fisiche, strutture mentali, umorali e comportamentali : la bellezza di Afrodite, la luce di Apollo e la forza di Ares giusto per citarne alcune. Se si vuole, ad esempio, lavorare con l’archetipo di Ares, si chiede supporto ai messaggeri olfattivi che conducono al suo trionfo .

 Il trionfo di questi archetipi è alla base dell’equilibrio delle  funzioni dell’IO ed è essenziale riconoscere le luci e le ombre, e allo stesso tempo offrirgli la possibilità di esprimere al meglio le sue qualità.

Durante una consulenza di aromaterapia https://www.viadelbenesserenaturopatia.it/aroma-consulenza-di-aromaterapia/, attraverso un colloquio mirato, si stabilisce quali archetipi stanno trionfando, quali sono nelle ombre e quali sono in equilibrio. Sulla base del risultato si definisce la funzione dalla quale iniziare il percorso, su quale archetipo  si agisce e perché,  quale olio essenziale o miscele di oli essenziali supportano questo viaggio olfattivo.

All’origine di ogni guarigione c’è  l’avvenuta integrazione di un archetipo, nella sua luce ed ombra, che conduce al trionfo della vera Essenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto