L’ ABC dei rimedi naturali

Quando si parla di rimedi naturali, ci sono tante possibilità di scelta tra vari  estratti utili per gestire un particolare problema fisico , emotivo o energetico  che si sta manifestando .

Ma attenzione: uno NON vale l’altro e uno NON esclude l’altro !

Ricordo sempre che ciascuno è unico nella propria originalità e pertanto esiste un intervento naturopatico “ad hoc” per ogni persona. È sempre meglio chiedere ad un professionista per ottimizzare il supporto di Madre Natura e non fare il “copia e incolla” sulla base delle esperienze di qualcunaltro😉.

Conoscere significa poter scegliere meglio cosa utilizzare tra i principali estratti donati dal meraviglioso mondo vegetale e non dimentichiamo che da una stessa  pianta possiamo ricavare diversi rimedi che agiscono su vie preferenziali.

I rimedi che propongo sono solitamente questi, anche se ne esistono altri che alle volte consiglio/suggerisco (non posso elencarli tutti !).

FIORI DI BACH

sono 38 rimedi floreali scoperti dal medico omeopata inglese Edward Bach estratti da piante, alberi ed arbusti selvatici. i fiori sono dei catalizzatori energetici e portano messaggi particolari che sostengono e riportano l’equilibrio sul piano emotivo e fisico.  

GEMMODERIVATI 

o macerati glicerinati  sono estratti che provengono dai “meristimi” cioè i tessuti vegetali costituiti da cellule embrionali totopotenti che non si sono ancora differenziate . Si trovano nelle gemme, nei giovani getti, nelle radichette  che vengono raccolte ad inizio primavera, prima dell’inizio del ciclo naturale. Queste parti vengono poi lasciate macerare in glicerina ed alcol etilico.

IDROLATI

o acque aromatiche sono ottenute dalla distillazione della pianta in corrente di vapore ed sono composte dal residuo acquoso proveniente dalla distillazione  stessa all’interno del quale si trovano traccia delle molecole aromatiche (la concentrazione principale è nell’olio essenziale) .

OLEOLITI

SI ottengono dalla macerazione della piante secca o fresca in olio vegetale (olio mandorle, oliva, vinaccioli, ecc).Sono tra i più antichi rimedi naturali, utilizzati singolarmente o abbinati tra di loro,  come veicolanti per l’utilizzo degli oli essenziali o applicati sul corpo. 

OLI ESSENZIALI

sono sostanze volatili aromatiche presenti nelle  piante in forma concentrata . A dispetto del nome non sono sostanze oleose, non grasse e completamente diverse dagli oli vegetali. Sono concentrati e si trovano in diverse parte della pianta: nei fiori (rosa, neroli, gelsomino) nella corteccia (cannella) nelle radici (angelica) nella buccia dei frutti limone, arancio dolce), nelle foglie (eucalipto,abeti), nei frutti (finocchio), nel legno (cedro). Esistono vari metodi di estrazione, ma il  principale è il metodo della distillazione in corrente di vapore. 

OLI VEGETALI

sono ottenuti dalla spremitura a freddo di semi o frutti. Alcuni sono utilizzati per uso esterno come jojoba, argan, mandorle, altri per uso interno come olio di oliva, lino, cumino. Utili come oli vettore nell’applicazione degli oli essenziali, come base per l’estrazione degli oleoliti o nella preparazione di creme .

TINTURE MADRI 

o estratti idroalcolici sono ottenuti  dalla macerazione della pianta o parte di essa  in alcol etilico con eventuale aggiunta di acqua se le piante lo richiedono. La materia prima di partenza  è composta da tessuti adulti della pianta come foglie, radici, fiori, ecc 

Quanti doni la Natura elargisce …non c’è che l’imbarazzo della scelta !💚

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto